Olio extravergine: un aiuto contro la demenza

0
315
olive isq alimenti

Con l’olio extravergine di oliva, cervello giovane e sempre in allenamento. L’olio evo, come viene anche denominato, è ricco di antiossidanti che proteggono le cellule e noto per i suoi molteplici benefici per la salute, incluso quello di aiutare a frenare l’insorgere di malattie legate all’invecchiamento, in particolare quelle cardiovascolari.

Già altre ricerche della Lewis Katz School of Medicine della Temple University hanno mostrato che preserva la memoria e può proteggere dall’Alzheimer e ora un nuovo studio sempre dello stesso Ateneo evidenzia che al lungo elenco di benefici può essere aggiunto un altro gruppo di malattie legate all’invecchiamento: le tauopatie, che sono caratterizzate dal graduale accumulo di una forma anormale di una proteina chiamata tau nel cervello. Questo processo porta a un declino della funzione mentale o della demenza.

I risultati sono i primi a suggerire che l’olio extravergine di oliva  può difendere da un tipo specifico di declino mentale legato alla tauopatia noto come demenza frontotemporale.

Leggi l’articolo completo su nutrieprevieni.it